28 Novembre 2022


MEDICINA DELLA CONSERVAZIONE
E GESTIONE SANITARIA
DELLA FAUNA SELVATICA

MASTER DI SECONDO LIVELLO






BANDO PUBBLICATO
SCADENZA 22/12/2022










Medicina della conservazione e gestione sanitaria della fauna selvatica

Coordinatore: Prof.ssa Cristina Esmeralda Di Francesco
MASTER DI SECONDO LIVELLO
L’obiettivo formativo del Master in "Medicina conservativa" è quello di fornire alla figura del medico veterinario le diverse conoscenze teorico pratiche e metodologiche necessarie per conoscere gli aspetti fondamentali della medicina della conservazione e delle discipline veterinarie applicate alla fauna selvatica con particolare riferimento ai seguenti aspetti:

  1. biologia ed ecologia della salute delle popolazioni selvatiche
  2. tecniche e misure gestionali per la conservazione delle specie vulnerabili o a rischio di estinzione
  3. tecniche e misure gestionali delle specie di interesse faunistico-venatorio
  4. igiene e sicurezza della filiera alimentare delle carni ottenute da selvaggine e cacciagione

La Medicina della conservazione, o “Conservation Medicine”, è una disciplina emergente che studia le complesse e molteplici alterazioni tra patogeni, malattie, specie ed ecosistemi, nel tentativo di includere nelle proprie competenze entrambe le materie della salute e dell’ecologia. La “Medicina della Conservazione” peraltro, ha riconosciuto apertamente la componente sanitaria della conservazione della biodiversità e nel suo ambito si sono affermati per la prima volta gli elementi di analisi e gli effetti delle malattie sulle specie rare o minacciate, la salute delle popolazioni animali all’interno degli ecosistemi, nonché il rischio della possibile trasmissione all’uomo di patogeni circolanti in ambiente selvatico come accaduto per SARS-CoV-2.

In questo ambito, la figura del medico veterinario, opportunamente formato rispetto agli elementi di biologia delle specie selvatiche e degli aspetti della tutela degli ecosistemi, assume grande rilevanza e contribuisce in modo significativo alle conoscenze necessarie al concetto di “One Health” nel suo ruolo di interfaccia tra il mondo animale e quello dell’uomo.
MODALITA' DI AMMISSIONE E DIDATTICA
Possono presentare domanda di ammissione al master coloro che possiedono una Laurea magistrale in Medicina veterinaria (LM42 o equipollenti) fino ad esaurimento posti. Sono previste lezioni di didattica frontale in modalità mista, sia in presenza che telematica su piattaforma Google Meet, oltre che lezioni di tipo pratico, esercitazioni ed uscite didattiche. L’acquisizione delle conoscenze e competenze inerenti gli argomenti del Master sarà riconosciuta in seguito alla presentazione e discussione di una tesina finale coerente con i contenuti svolti durante le attività didattiche.
SEDI DI SVOLGIMENTO
Le sedi di svolgimento delle attività saranno la facoltà di Medicina veterinaria a Teramo e il Wildlife Research Center Caramanico Terme (PE).
Le attività di tirocinio, per un totale di 75 ore (3 CFU) potranno essere svolte presso le strutture del Parco Nazionale della Maiella o della Facoltà di Medicina veterinaria dell’Università di Teramo oltre che con enti convenzionati con la Facoltà stessa.Sedi di svolgimento.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie